Mari e venti: Maestrale forte in calo da Mercoledì

Hai foto delle ultime mareggiate e danni ai litorali in seguito a mare agitato degli ultimi giorni? Inviale a meteo@class.it le più belle andranno in onda su ClassTV (canale 27 dt) durante la trasmissione Prometeo (dal lunedì al venerdì alle 17.10)  e sul nostro sito.

Situazione meteorologica in graduale miglioramento sul nostro Paese grazie all’allontanamento di una moderata perturbazione verso la Grecia e ad un temporaneo aumento della pressione. Mercoledì venti di Maestrale forti su tutti i bacini con mari agitati o molto agitati, mercoledì calo del vento generale, persite ancora Maestrale sullo Ionio con mari molto agitati.

Ma vediamo allora la previsione per martedì 18  e mercoledì 19 dicembre con l’aiuto del modello Kassandra (ISMAR -CNR) per i mari:

MARTEDI 18

Maestrale forte ad Ovest della Sardegna e relativo Canale, Canale di Sicilia  e Adriatico basso e centrale con raffiche di 80 km/h, punte di 50 km/h nel Tirreno Basso e Centrale, Ionio e Canale di Otranto, moderato nel Ligure e Alto Adriatico.

Mari agitati ad Ovest di Corsica, Sardegna e relativo Canale con onde alte fino a 4 metri, in estensione al Basso Tirreno. Molto agitato il Canale di Sicilia dove sono attese onde fino a 5 metri, allerta mareggiate coste tirreniche della Sicilia. Agitato anche lo Ionio, Basso e medio Adriatico e Canale di Otranto con onde alte fino a 4 metri, molto mosso il Ligure, poco mosso l’Alto Adriatico.



MERCOLEDI 19

Venti deboli e variabili nel Ligure, ad Est di Corsica, Sardegna e relativo Canale. Tramontana nel Tirreno, in rotazione a maestrale nelle aree Basse del Bacino con punte di 60 km/h. Persiste il Maestrale nel Canale di Sicilia e Ionio con punte di 80 km/h. Flussi deboli da Nord soffieranno in Alto Adriatico, in rotazione da Nord Est nelle Aree Alte e Basse del Bacino con punte di 50 km/h.

Acque mosse su Ponente Ligure e ad est della Corsica, molto mosso il Mar di Sardegna e relativo Canale con onde alte fino a 2,5 metri. Molto mosso il Tirreno Centrale, agitate le acque nelle aree basse del Bacino con onde alte fino a 4 metri, mosse le zone più settentrionali. Agitato il canale di Sicilia, molto agitato lo Ionio con onde alte fino a 6 metri, molto mosso l’Adriatico centrale, agitate le aree meridionali.



Paolo Celentano
pcelentano@class.it
Riproduzione riservata