UNEP: quasi 50 Nazioni per frenare il Global Warming

UNEP quasi a forza 50
L’UNEP, il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, è arrivato a ricevere l’adesione di quasi 50 paesi sparsi per tutto il Globo.
L’organizzazione ONU opera ormai dal 1972 contro i cambiamenti climatici, a favore della tutela dell’ambiente e dell’uso sostenibile delle risorse naturali.
Ultimi Paesi ad aggregarsi sono stati Cile, Repubblica Domenicana, Etiopia, Maldive, Olanda e Repubblica di Corea.

Ridurre le emissioni di Metano per la salute umana e del Pianeta
Obiettivo della coalizione che ha sede a Nairobi, è la riduzione delle emissioni inquinanti di Metano e alcuni pericolosi gas fluorurati, sostanze responsabili di 2,5 milioni di morti premature, oltre al notevole contributo in termini di riscaldamento globale.
Con azioni rapide ed efficaci e stato stimato infatti un freno all'innalzamento termico planetario di circa mezzo grado centigrado entro il 2050.

E' possibile salvarci dal Global Warming?
Per raggiungere questo obbiettivo sono già state messe in atto alcune importanti iniziative che coinvolgono alcune tra le più grandi città del Mondo come Rio de Janeiro e New York;  sotto accusa le emissioni di Metano e sostanze nocive dall'incenerimento di rifiuti.
La continua adesione e il coro di assensi per obiettivi sul breve termine potrebbero significare un passo rapido in avanti verso il salvataggio del nostro Pianeta, ribadito nelle intenzioni durante l’ultima COP 18, ma ancora lontano dall'essere concordato ma soprattutto messo in atto.

Matteo Zanetti
mzanetti@class.it